Sitemap
Condividi su Pinterest
Gli esperti dicono che mangiare cibi sani come le insalate è più importante che limitare quando si mangia.Victor Torres/Stocksy United
  • In un nuovo studio, i ricercatori concludono che ridurre le calorie è più importante che limitare il tempo che si mangia quando si tratta di perdere peso.
  • Notano che i limiti di tempo possono portare a mangiare troppo in determinati momenti della giornata.
  • Gli esperti affermano che limitare il consumo di cibo potrebbe comportare dei vantaggi, ma è più importante concentrarsi sugli alimenti che si stanno consumando.

Stai cercando di perdere peso?

Puoi ottenere risultati migliori riducendo il numero di calorie che consumi invece di limitare quando mangi.

Lo afferma un nuovo studio condotto in Cina e pubblicato sul New England Journal of Medicine.

Nello studio, a 139 partecipanti con obesità è stata somministrata una dieta ipocalorica.Agli uomini è stato detto di consumare tra 1.500 e 1.800 calorie al giorno.Le donne erano limitate a 1.200-1.500 calorie al giorno.

Alla metà dei partecipanti allo studio è stato quindi detto di impegnarsi in un'alimentazione limitata nel tempo, un tipo di digiuno intermittente definito come mangiare solo tra determinate ore.Ai partecipanti è stato permesso di mangiare la loro assegnazione calorica giornaliera solo entro le ore 8:00 e 16:00.

Il gruppo che utilizzava solo restrizioni caloriche ha perso una media di 14 libbre mentre il gruppo che era anche soggetto a limiti di tempo ha perso una media di 18 libbre durante il periodo di studio di 12 mesi.

Tuttavia, gli autori dello studio hanno affermato di ritenere che la perdita di peso non fosse significativamente diversa tra i due gruppi.

In altre parole, l'aggiunta del digiuno intermittente alla strategia di perdita di peso non ha fatto una grande differenza nel risultato.

Concentrati su ciò che mangi, non su quando

Gli esperti di nutrizione affermano di non essere convinti che questa ricerca aggiunga molto alla conversazione esistente sui metodi efficaci di perdita di peso.

I risultati dello studio mostrano che mangiare a tempo limitato non era statisticamente significativo per la riduzione calorica giornaliera complessiva nella perdita di peso corporeo, così come altri esiti secondari come cambiamenti nella circonferenza della vita, indice di massa corporea (BMI), grasso corporeo e altri fattori di rischio metabolico , ha affermato Lon Ben-Asher, MS, RD, LD/N, nutrizionista presso il Pritikin Longevity Center.

Ben-Asher ha detto a Healthline che la ricerca conferma ciò che è stato consolidato: ciò che mangiamo conta molto di più rispetto a quando mangiamo.

"Il corpo ha bisogno di raggiungere un bilancio energetico negativo riducendo l'apporto calorico e/o la quantità di energia spesa durante il giorno nelle attività della vita quotidiana e nell'esercizio fisico", ha spiegato.

Benefici alimentari a tempo limitato

C'è qualche ragione per cui il consumo limitato di tempo è diventato una tendenza dietetica popolare negli ultimi dieci anni.

Kristin Kirkpatrick, MS, RDN, nutrizionista e autrice di "Skinny Liver", ha detto a Healthline che la maggior parte dei suoi clienti ha riscontrato successo nel mangiare a tempo limitato.Spiega che questo approccio funziona perché riduce naturalmente le calorie a causa dei vincoli di tempo.I suoi clienti seguono spesso dalle 10:00 alle 19:00. programma alimentare.

Al di là della perdita di peso, tuttavia, si pensa che il digiuno intermittente offra un percorso rapido per migliorare la salute.Ben-Asher non è convinto che possiamo ancora trarre conclusioni, però.

Mancano studi che supportino e dimostrino benefici per la salute oltre alla perdita di peso con un'alimentazione limitata nel tempo nei modelli umani, ha affermato.

"Alcuni studi sugli animali hanno mostrato un miglioramento del ritmo circadiano aiutando a migliorare gli effetti metabolici come la modulazione del controllo della glicemia e la gestione dei lipidi", ha osservato.

Tuttavia, unorevisionedel digiuno nei topi ha sostenuto che i risultati non dovrebbero essere applicati agli esseri umani perché i topi hanno un ritmo circadiano notturno e un metabolismo più elevato.

Quindi, mentre questi studi sugli animali possono essere promettenti nel mostrare l'equilibrio ormonale, il miglioramento del microbioma intestinale e l'omeostasi generale del corpo, sono necessari molti altri studi per determinare se può essere dimostrato negli esseri umani, ha affermato Ben-Asher.

Che aspetto ha una sana perdita di peso

Kirkpatrick dice che la dieta migliore è quella che qualcuno può rimanere a lungo termine, dice Kirkpatrick.

Nota che mentre questo studio è stato condotto nel corso di un anno intero, il vero livello di sostenibilità si verifica dopo 2 anni e oltre.

Ben-Asher suggerisce di seguire i segnali della fame piuttosto che impostare un programma alimentare.Punta la tua attenzione sulla qualità del cibo che consumi seguendo i segnali di fame e sazietà, non l'ora del giorno in cui ti è "permesso" di mangiare, ha detto.

Raccomanda inoltre di prestare attenzione a eventuali schemi alimentari disordinati che potrebbero sorgere se provi il digiuno intermittente.

"Mangiare a tempo limitato può creare un modello alimentare disordinato dal potenziale degli individui che ignorano i propri segnali di fame, semplicemente dal fatto che sono più concentrati su quando possono mangiare rispetto a ciò che dovrebbero mangiare", ha affermato Ben-Asher.

"Questo può creare una situazione in cui qualcuno è affamato, il che può probabilmente portare a scelte alimentari più povere, indulgere e mangiare troppo, forse compromettendo la capacità di un individuo di creare un deficit calorico", ha spiegato.

Ben-Asher ha aggiunto che dovresti anche concentrare i tuoi sforzi sul consumo di più cibi che creano una maggiore sazietà per caloria, come verdure, frutta, cereali integrali, carboidrati non raffinati, fagioli/lenticchie e altri legumi che contengono un alto livello di fibre alimentari e contenuto di acqua.

Tutte le categorie: Blog