Sitemap

Alla luce della recente fuga di notizie secondo cui la Corte Suprema è pronta a ribaltare Roe v.Wade, gli esperti dicono che è imperativo guardare al passato per capire come si sta svolgendo il presente.

Condividi su Pinterest
Nella foto sopra: le persone si riuniscono per mostrare il loro sostegno al diritto di scegliere a una manifestazione per i diritti riproduttivi a Pittsburgh, Pennsylvania, 1974.Barbara Freeman/Getty Images
  • Prima del 1840, l'aborto era diffuso e in gran parte privo di stigma per le donne americane.
  • I primi sostenitori dell'anti-aborto negli Stati Uniti erano medici maschi che cercavano di rendere illegale l'aborto per respingere la concorrenza di ostetriche e guaritrici.
  • L'idea che i feti abbiano diritti e che quei diritti prevalgano su quelli delle donne e delle ragazze viventi è un concetto relativamente nuovo, affermano gli storici.

Documenti trapelati di recente suggeriscono che gli Stati UnitiLa Corte Suprema è pronta a ribaltare la Roe v.Wade, il punto di riferimento 1973decisione che garantiva il diritto federale all'aborto.

Sebbene la bozza del documento iniziale non abbia ramificazioni legali e la decisione finale non dovrebbe arrivare fino a giugno o luglio, la fuga di notizie ha suscitato un'ondata di rabbia e paura tra i sostenitori dell'aborto e coloro che cercano o vorrebbero abortire in tutto il paese.

Se adottata, la decisione si pronuncerebbe a favore del Mississippi in Dobbs v.Jackson Women's Health Organization, un caso che sfida il divieto statale di 15 settimane contro la maggior parte degli aborti.Ciò smantellerebbe la protezione nazionale dei diritti riproduttivi e lascerebbe lo status legale dell'aborto interamente agli stati.

Gerald E.Harmon, MD, presidente dell'American Medical Association, ha definito l'opinione una "pericolosa intrusione nella pratica medica".

"Come discusso in un amicus brief depositato presso la Corte, l'AMA e più di due dozzine di importanti organizzazioni mediche ritengono che l'aborto sia un'assistenza medica sicura che è una decisione da prendere tra il paziente e il medico, soggetta al giudizio clinico del medico, e il consenso informato del paziente”,Harmon ha detto in una dichiarazione.

La storia dell'aborto negli Stati Uniti

Alla luce della recente fuga di notizie, è imperativo guardare al passato per capire come si sta svolgendo il presente.

"Molte persone si stanno chiedendo in questo momento, 'come siamo arrivati ​​qui?'", dice Jennifer Holland, PhD, assistente professore di storia degli Stati Uniti all'Università dell'Oklahoma e studiosa del movimento anti-aborto.

L'opposizione organizzata all'aborto iniziò più di un secolo prima che Roe v.Wade, e sembrava molto diverso dal movimento anti-aborto come lo conosciamo oggi.

"Penso che sia importante che le persone sappiano che l'idea che i feti in qualche modo abbiano dei diritti è molto nuova", afferma Kimberly Hamlin, PhD, studiosa femminista e professoressa di storia e studi globali e interculturali alla Miami University di Oxford, Ohio. "E la cosa ancora più nuova è l'idea che in qualche modo questi cosiddetti diritti fetali dovrebbero prevalere su quelli delle donne e delle ragazze che vivono e respirano".

Secondo storici come l'Olanda, prima del 1840, l'aborto era diffuso e in gran parte privo di stigma per le donne americane.Era così comune che i giornali pubblicizzassero servizi di aborto per curare le "mestruazioni ostruite" con rimedi erboristici.

Come era consuetudine all'epoca, le leggi riflettevano la common law britannica.Quando si trattava di aborto, il sistema legale ha utilizzato la dottrina dell'accelerazione per decidere sulla legalità dell'aborto.

"Quickening" è generalmente definito come il momento in cui è possibile rilevare il movimento del feto, di solito intorno alla settimana 22-24 di gravidanza.Senza gli strumenti della medicina moderna, questo era l'unico modo per confermare la gravidanza.I feti erano considerati solo vite potenziali e la convinzione che la vita iniziasse al concepimento non era un concetto.Prima dell'accelerazione, i feti erano considerati solo vite potenziali.

"Il punto chiave qui è che nessuno può davvero dire alla donna quando è avvenuta l'accelerazione perché solo lei stessa potrebbe saperlo perché è lei che lo sente",dice Hamlin.

Gli aborti dopo l'accelerazione erano illegali, ma considerati solo un reato minore.Gli storici ritengono che queste leggi avessero lo scopo di proteggere la vita e la salute della donna incinta - non del feto - poiché gli aborti eseguiti nelle fasi successive richiedevano strumenti e la morte era più comune rispetto alle miscele di erbe utilizzate per l'aborto prima dell'accelerazione.I procedimenti giudiziari erano rari poiché l'unica persona che poteva confermare il movimento fetale era la donna incinta.

Il movimento contro l'aborto ha radici nell'organizzazione dei medici

A metà del 1800, una coalizione di medici maschi iniziò a organizzarsi per separarsi dalle guaritrici e dalle ostetriche che eseguivano anche aborti.

Prima di allora, la professione medica era in gran parte non regolamentata e una varietà di guaritori gareggiava con i medici per affari, specialmente quando si trattava di cure riproduttive delle donne.

L'American Medical Association (AMA) si è costituita nel 1847 e ha sostenuto che i medici avevano una conoscenza superiore sugli embrioni e sul corpo femminile e quindi dovrebbero essere l'autorità sull'aborto.

Gli storici notano, tuttavia, che questa conoscenza accresciuta in realtà non esisteva ed era usata come mezzo per screditare le ostetriche e i guaritori al fine di prendere il controllo del mercato.Un altro modo in cui lo hanno fatto è stato spingere gli stati ad approvare leggi contro l'aborto.

“Quindi hai questi ginecologi maschi che dicono: 'per avere un bambino, devi venire a trovarmi. Non puoi averlo a casa con la tua ostetrica", dice Hamlin. "E parte di questo è rendere l'aborto criminale come un modo per cacciare le ostetriche".

Le loro strategie funzionarono e all'inizio del 1900 ogni stato aveva reso illegale l'aborto, ad eccezione dei casi in cui la vita della donna incinta era in pericolo.

I decenni che portano a Roe v.Guadare

Nei decenni successivi, l'aborto è rimasto criminalizzato in ogni fase della gravidanza, ma ciò non ha impedito loro di accadere.Sono stati semplicemente spinti sottoterra.

Le stime del numero di aborti illegali negli anni '50 e '60 scendono tra 200.000 e 1,2 milioni all'anno, secondo il Guttmacher Institute.

Molti medici hanno fornito illegalmente farmaci e aborti chirurgici, l'ultimo dei quali è diventato più sicuro con l'avvento della penicillina.Ma senza alcuna regolamentazione, cercare un aborto potrebbe diventare rapidamente pericoloso e mortale.

"Il problema con il mercato nero è che a volte avresti dottori laureati che erano sulle ultime medicine",dice l'Olanda. “A volte avresti ostetriche, ma molte volte sfortunatamente otterresti opportunisti totali. E spesso era molto difficile capire quale di quelli vedevi.

Un'indicazione dell'effetto devastante delle leggi contro l'aborto è il bilancio delle vittime durante questo periodo.

Il Guttmacher Institute riferisce che l'aborto non sicuro e illegale ha provocato la morte di 2.700 donne nel 1930, pari a 1 su 5 decessi materni registrati quell'anno.Nel 1940, il bilancio delle vittime è sceso a poco meno di 1.700 e nel 1950 a poco più di 300 (probabilmente a causa dell'introduzione di antibiotici). Nel 1965, i decessi dovuti ad aborti illegali scesero a meno di 200, ma rappresentavano ancora il 17% di tutte le morti materne quell'anno.Questi rappresentano solo i decessi segnalati e si ritiene che il numero sia molto più alto.

Poi, negli anni '60, gli americani iniziarono a chiedere il cambiamento.

"L'aborto illegale è diventato una crisi di salute pubblica",dice Hamlin. "Hai migliaia di donne che muoiono ogni anno a causa di aborti pericolosi".

La crisi non poteva più essere ignorata e tutti, dai medici agli avvocati e persino ai membri del clero, ne hanno preso atto.

"All'inizio degli anni '70, l'AMA, l'American Bar Association e molti membri del clero si uniscono ad attiviste femministe per dire che dobbiamo abrogare i divieti di aborto",dice Hamlin.

Il Colorado è diventato il primo stato a modificare la propria legge nel 1967, seguito dalla California nel 1967 e da New York nel 1970.Nel 1973, la Corte Suprema ha legalizzato l'aborto in tutti i cinquanta stati con il Roe v.Decisione Wade.

Il movimento anti-aborto dopo Roe v.Guadare

Il movimento anti-aborto come lo conosciamo oggi, con legami profondamente religiosi, è emerso in questo periodo.

"Era un movimento molto piccolo, in gran parte composto da cattolici bianchi e un'infarinatura di altre persone religiose negli anni '70",dice l'Olanda. “In questo momento, stanno davvero sviluppando questi argomenti che porterebbero avanti il ​​movimento. Sostengono non solo che il feto è una vita, ma questa è anche una campagna per i diritti, che paragona l'aborto legale a un genocidio simile all'Olocausto".

Alla fine degli anni '70 e all'inizio degli anni '80, i cristiani evangelici si unirono in gran numero al movimento contro l'aborto, aumentandone le dimensioni e il peso.

Fu allora che l'aborto divenne una questione di parte.Rendendosi conto dell'immenso potere di voto del movimento, il Partito Repubblicano ha aggiunto una posizione anti-aborto alla sua piattaforma nel 1976.

"Quella è stata una grande vittoria, anche se il Partito Repubblicano sarebbe stato spesso tiepido alleato nel 20° secolo",dice l'Olanda. “Ma era ancora vitale perché avere un partito è la via per il vero potere politico”.

Nei due decenni successivi, leader repubblicani come Ronald Reagan vinsero le elezioni in gran parte grazie ai voti del movimento anti-aborto.

Nel 1992, la Corte Suprema, pur riaffermando il diritto costituzionale all'aborto, ha anche reso più facile per gli stati approvare leggi sull'aborto più restrittive con la sentenza Planned Parenthood of Southeastern Pennsylvania v.Casey.

Poco dopo, il movimento iniziò a prendere un vero punto d'appoggio politico.

"Tra la metà degli anni '90 e l'inizio degli anni 2000, la pressione dei leader socialmente conservatori sul partito repubblicano aumenta davvero"dice l'Olanda. “E nel 21° secolo, puoi vedere l'esito di tutto questo e vedere come il movimento, non mai una maggioranza, ma questa minoranza incredibilmente importante, abbia cambiato cuore e mente per essere completamente d'accordo con la sua ideologia. E ora non solo hanno accesso ai politici, ma vengono eletti nelle legislature statali e negli uffici federali".

L'ex presidente Donald Trump ha ottenuto molto sostegno dal movimento anti-aborto facendo una campagna per nominare giudici della Corte Suprema che avrebbero ribaltato Roe v.Guadare.Ha mantenuto quella promessa, risultando nella supermaggioranza conservatrice sulla Corte Suprema oggi.

Roe rovesciato v.Wade è altamente impopolare

A seguito della recente fuga di notizie dalla Corte Suprema, ABC e il Washington Post hanno condotto un sondaggio che ha cercato di quantificare la posizione degli americani sul diritto all'aborto.

I risultati hanno rilevato che il 54% degli americani pensa che Roe v.Wade dovrebbe essere sostenuto, mentre il 28% ha affermato che dovrebbe essere ribaltato e il 18% non ha opinioni.

Ciò significa che la Corte Suprema è pronta a ribaltare una sentenza che la maggior parte degli americani desidera mantenere in vigore.

"Questo non è un caso in cui le persone hanno parlato",dice Hamlin. "Il sessanta per cento degli americani non è d'accordo con questo in alcun modo, forma o forma".

Tutte le categorie: Blog