Sitemap

I vaccini COVID-19 riducono il rischio di infezione, ricovero e morte causati dal virus SARS-CoV-2.Mentre i vaccini mRNA continuano a fornire una protezione duratura contro gli esiti gravi di tutte le varianti di COVID-19, i dati mostrano che l'immunità contro le varianti emergenti può diminuire nel tempo.

Ricerca recenteha scoperto che le attuali varianti SARS-CoV-2 dominanti, BA.4 e BA.5, sono significativamente più resistenti agli attuali vaccini mRNA rispetto alla precedente sottovariante BA.2 Omicron.

IlCentri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC)consiglia di fare un booster a tutti i bambini di età superiore ai 5 anni per superare la protezione in declino.L'agenzia raccomanda anche una seconda dose di richiamo per gli individui immunocompromessi di età superiore ai 12 anni e quelli di età superiore ai 50 anni.

Tuttavia, gli attuali colpi di richiamo utilizzano le stesse formulazioni dei vaccini originali COVID-19 per la variante alfa.

IlFood and Drug Administration (FDA)recentemente raccomandato di includere un componente SARS-CoV-2 Omicron nei vaccini di richiamo COVID-19 per le stagioni autunnali e invernali del 2022.

Pfizer e Moderna hanno annunciato lo sviluppo di nuovi vaccini destinati a BA.4 e BA.5 che saranno pronti per la distribuzione entro l'autunno.

Alcuni potrebbero chiedersi se ottenere un booster questa estate o aspettare gli scatti aggiornati.Per aiutare a rispondere ad alcune delle domande chiave, Medical News Today ha parlato con sei esperti in diversi campi medici, tra cui immunologia, microbiologia e terapia intensiva.

Le persone dovrebbero farsi un altro vaccino ora o aspettare?

"Coloro che hanno condizioni mediche che li predispongono a COVID grave forse non dovrebbero aspettare", ha osservato il dott.Fady Youssef, pneumologo, internista e specialista in terapia intensiva certificato presso il MemorialCare Long Beach Medical Center di Long Beach, in California. "Con l'attuale variante che guadagna il predominio e mostra la sua elevata trasmissibilità ora, potrebbe essere il momento migliore per ottenere un secondo booster".

Nicola Stonehouse, Ph.D.FRSB FRSA, professore di virologia molecolare all'Università di Leeds, ha dichiarato a MNT:

"Se idoneo, è sempre una buona idea cogliere l'opportunità di una dose di vaccino aggiuntiva. È particolarmente importante per le persone anziane e per coloro che sono clinicamente vulnerabili”.

"Sebbene SARS-CoV2 non sia la mia area di ricerca diretta, personalmente ho ricevuto un booster a causa dell'aumento delle varianti", ha affermato Brian J.Akerley, Ph.D., Professore Associato di Biologia Cellulare e Molecolare presso il Center for Immunology and Microbial Research presso l'Università del Mississippi. "I principi di base dell'immunologia indicherebbero che il potenziamento può aumentare le risposte anticorpali e dei linfociti T contro parti della proteina spike che sono simili in più varianti".

“Avrei preferito un booster corrispondente alla variante più diffusa, ma la prevenzione funziona solo se fatta in anticipo. Dati i tassi di trasmissione costantemente elevati e le prove crescenti di effetti sulla salute a lungo termine anche dopo la risoluzione del COVID, penso che sia sensato ottenere una certa protezione prima che si venga infettati, piuttosto che scommettere sull'evitare l'esposizione in attesa di un vaccino migliore, "prof.Akerley ha aggiunto.

"Se le persone non sono state ancora vaccinate, dovrebbero andare avanti e ottenere l'immunizzazione",John Bates, Ph.D., Direttore Scientifico presso il Human Immunology and Inflammation Biomarker Core Laboratory presso l'Università del Mississippi, ha dichiarato a MNT: "Se una persona è stata vaccinata, per includere le dosi di richiamo raccomandate, dovrebbe aspettare. "

E se qualcuno avesse già avuto un'iniezione o un'infezione 3-6 mesi fa?

MNT ha parlato con il Dott.Dana Hawkinson, malattie infettive e direttore medico della prevenzione e controllo delle infezioni presso l'Università del Kansas Health System.

"Se hai avuto un'infezione, probabilmente hai acquisito quella che molti chiamano "immunità ibrida", che include vaccinazione e infezione. L'infezione ti aiuta anche a ottenere l'immunità ad altre parti del virus, non solo al picco, che è il componente dei vaccini ".Dott.ha detto Hawkinson.

"Tuttavia, la raccomandazione è che se sono trascorsi più di 4 mesi dall'ultima dose di vaccino/richiamo, dovresti ricevere il secondo richiamo se hai più di 50 anni o sei immunocompromesso", ha spiegato.

"Se hai avuto l'infezione, c'è ancora una raccomandazione per ottenere un booster se rientri nella categoria che richiede un booster. Puoi ricevere la dose di vaccino non appena il tuo isolamento termina dall'infezione acuta; tuttavia, anche aspettare 2-3 mesi è ragionevole",Dott.Ha aggiunto Hawkinson.

Dott.Bates ha spiegato che aspettare gli scatti aggiornati può essere una buona idea per alcuni individui con vaccinazione recente o infezione naturale.Tuttavia, si raccomanda agli individui non vaccinati, indipendentemente dal fatto che abbiano precedentemente contratto o meno il virus SARS-CoV-2, di ottenere il vaccino COVID-19 il prima possibile.

"Se qualcuno è a 3-6 mesi dall'ultima dose raccomandata di vaccino, allora non ha bisogno di un'altra vaccinazione", ha spiegato il dott.Bates, "Tuttavia, anche se una persona non vaccinata è stata precedentemente infettata, sarebbe meglio per loro ottenere il vaccino ora".

“I virus hanno sviluppato modi per eludere la risposta immunitaria e i virus respiratori, in particolare, sono da tempo noti per reinfettare individui precedentemente infetti. I vaccini, al contrario, sono progettati per suscitare forti risposte immunitarie per fornire (si spera) un'immunità più duratura", ha osservato.

Dott.Youssef concorda sul fatto che i consigli differiscono per le persone che devono ancora ricevere le prime dosi dei vaccini COVID-19.

"Le persone che contraggono il COVID e non sono vaccinate hanno una maggiore probabilità di contrarre il COVID di nuovo rispetto a quelle che hanno avuto il COVID e sono state vaccinate", ha affermato il dott.Youssef, "Inoltre, sembra che questa variante attuale sfugga all'immunità che molti hanno avuto dalle infezioni precedenti. Il CDC raccomanda di attendere 3 mesi dopo un'infezione".

Quali sono i pro e i contro da considerare?

“Sappiamo che [i vaccini COVID attualmente disponibili sono] non ottimali contro le varianti Omicron attualmente in circolazione, tuttavia, la protezione contro le malattie gravi è ancora raggiunta. Pertanto, si raccomanda l'immunizzazione di richiamo",Jorg Fritz, Ph.D., Professore Associato di Immunologia alla McGill University, ha detto a MNT.

Altri esperti con cui MNT ha parlato sono d'accordo.

"I vaccini sono sicuri ed efficaci, quindi penso che i vantaggi superino di gran lunga i contro", ha osservato il dott.Bates, "Durante l'ondata di Omicron all'inizio di quest'anno, la stragrande maggioranza delle persone morte per infezione o che si sono ammalate gravemente non sono state vaccinate. La vaccinazione riduce notevolmente la probabilità di un esito negativo dopo l'infezione".

“La sicurezza dei vaccini è ben documentata. Ci sono pochissimi svantaggi associati ai vaccini. I professionisti, in particolare quelli con più di 60 anni e/o con malattie croniche, sono fantastici. Essere aggiornati con i tuoi vaccini ti offrirà le migliori possibilità di prevenire il ricovero in ospedale e malattie gravi".

– Dott.Dana Hawkinson

In che modo differirebbero i consigli per le persone di varie fasce d'età o con condizioni di salute di base?

"I dati clinici mostrano che gli anziani hanno un rischio molto più elevato di malattie gravi e di morte", ha affermato il dott.Bates, "È particolarmente importante che le persone anziane siano vaccinate per prevenire la probabilità di malattie gravi o di morte in seguito all'infezione da SARS-CoV-2. Allo stesso modo, se una persona è immunodepressa, la vaccinazione massimizzerà la capacità dell'organismo di combattere le infezioni nel caso in cui quella persona venisse infettata".

"Se qualcuno lavora in un settore ad alto rischio o in un settore ad alta esposizione, direi di verificare con il proprio medico di base quando è il momento giusto per ottenere un richiamo", ha aggiunto il dott.Youssef.

Qualcuno non dovrebbe ricevere un vaccino di richiamo?

"Le persone che hanno avuto gravi effetti collaterali o reazioni negative alla vaccinazione con i vaccini COVID-19 dovrebbero discutere le opzioni con i loro operatori sanitari, ma si raccomanda a tutti gli altri di ottenere il richiamo", ha affermato il dott.Fritz.

"Nessun booster è raccomandato per i minori di 5 anni", ha osservato il dott.Hawkinson.

Qual è il tuo consiglio per coloro che sono riluttanti a farsi vaccinare o un richiamo?

"Nuove varianti stanno ancora emergendo e la durata della protezione non è lunga quanto vorremmo, ma la vaccinazione è la ragione per cui la pandemia non ha causato più vittime", ha affermato il dott.Stonehouse, "L'infezione da COVID-19 può essere ancora molto grave, soprattutto in gravidanza".

"Durante l'ondata di Omicron, i vaccini hanno svolto un ottimo lavoro nel prevenire malattie gravi e morte nonostante i cambiamenti significativi nella variante Omicron rispetto al ceppo vaccinale, quindi anche con i cambiamenti nel virus, i vaccini sono efficaci", ha affermato il dott.Bati.

“La maggior parte dei dati pubblicati ha esaminato gli effetti dei cambiamenti nel virus sull'efficacia della risposta anticorpale alla vaccinazione. Tuttavia, i linfociti T sono anche importanti nella risposta all'infezione e probabilmente spiegano la ridotta gravità della malattia negli individui vaccinati che sono stati infettati da una delle varianti più recenti".

– John Bates, Ph.D.

"Se la tua ultima iniezione risale a più di 6 mesi fa e hai più di 60 anni o sei immunocompromesso, si consiglia vivamente di ottenere l'iniezione di richiamo ora", ha concluso il dott.Fritz, "Il booster protegge ancora da malattie gravi".

"Sembra che non finisca mai", ha detto il dott.Youssef, "Ma l'unica cosa sotto il nostro controllo è come proteggere noi stessi e i nostri cari. Rispetterei le linee guida del CDC e se uno è idoneo per un booster ora dovrebbe ottenerlo. "

Tutte le categorie: Blog