Sitemap

Il giudice della Corte Suprema è stato curato per cancro ai polmoni lo scorso anno.

Il giudice della Corte Suprema Ruth Bader Ginsburg ha avuto di nuovo una recidiva di cancro.Ginsburg ha subito tre settimane di radioterapia per il cancro al pancreas.

Un'anomalia è stata rilevata per la prima volta dopo le analisi del sangue di routine che Ginsburg, 86 anni, ha avuto a luglio.Una biopsia ha poi confermato che c'era un tumore maligno sul suo pancreas, secondo una dichiarazione degli Stati Uniti.Corte Suprema.

Oltre alle radiazioni, Ginsburg - o RBG come è stata notoriamente soprannominata - aveva anche unstent inserito nel suo dotto biliarein grado di mantenere il condotto aperto.

L'incontro di Ginsburg con il cancro al pancreas arriva meno di un anno dopo aver subito un intervento chirurgico per cancro ai polmoni.Non è chiaro se i due tumori siano correlati o si siano verificati indipendentemente l'uno dall'altro, secondo gli esperti di salute.

Sebbene le condizioni di Ginsburg siano stabili e la giustizia della Corte Suprema sia già tornata in azione, dovrà monitorare da vicino la sua salute per assicurarsi che il cancro non si ripresenti.

"Il tumore è stato trattato in modo definitivo e non ci sono prove di malattia in altre parti del corpo", gli Stati Uniti.Lo ha affermato la Suprema Corte. "La giustizia Ginsburg continuerà a sottoporsi a esami del sangue e scansioni periodiche".

Gli esami del sangue di routine possono rilevare la recidiva del cancro

Ginsberg ha combattuto vari tipi di cancro nella sua vita, tra cui il cancro del colon, del polmone e del pancreas.

Le è stato diagnosticato per la prima volta e curato con successo un cancro al pancreas nel 2009.

Le persone a cui è stato precedentemente diagnosticato un cancro in genere devono sottoporsi ad anni di esami del sangue e test di routine per garantire che il cancro non si sia ripresentato o diffuso.

I medici usano occasionalmente i marcatori tumorali, un tipo di test che tiene traccia delle sostanze chimiche nel sangue prodotte dalle cellule tumorali, per capire come funzionano i trattamenti, prevedere le possibilità di guarigione di una persona e monitorare la recidiva del cancro.

Nel caso di Ginsburg, i medici probabilmente stavano usando marcatori tumorali per assicurarsi che il cancro al pancreas non tornasse, ritengono gli esperti di salute.

"Lo scenario più probabile è che stesse ricevendo un follow-up di routine del marcatore tumorale a causa della sua storia di cancro al pancreas", sospetta il dott.Elliot Newman, il capo della chirurgia oncologica, del pancreas e della chirurgia epatobiliare al Lenox Hill Hospital.

È interessante notare che molti oncologi potrebbero smettere di testare i marcatori tumorali se qualcuno è libero dal cancro per 5 anni.

Secondo il dott.Anton Bilchik, oncologo chirurgico, professore di chirurgia, capo della ricerca gastrointestinale e capo della medicina presso il John Wayne Cancer Institute presso il Providence Saint John's Health Center, ha detto a Healthline.

I medici potrebbero anche aver identificato il cancro tramite atest di funzionalità epatica, o un esame del sangue che valuta essenzialmente la salute generale del fegato.

"Altri esami del sangue come un aumento dei test di funzionalità epatica, in particolare la bilirubina [una sostanza chimica prodotta dal fegato], suggerirebbero che il tumore potrebbe ostruire (bloccare) il dotto biliare e quindi causare un aumento degli enzimi epatici",Bilchik ha detto a Healthline.

Tutto sommato, le analisi del sangue di routine hanno aiutato i medici di Ginsburg a prendere presto il cancro e a curarlo rapidamente.

"Il vantaggio dell'RBG di rilevare un aumento precoce ha consentito un trattamento immediato, che ha una migliore possibilità di controllare la crescita del tumore",disse Bilčik.

I test dei marker tumorali non sono infallibili

Sebbene i test dei marker tumorali abbiano il potenziale per identificare con precisione il cancro, possono anche rilevare marker tumorali prodotti da cellule sane e non cancerose nel corpo.Ciò può far sì che i livelli di marker tumorali sembrino anormalmente alti nelle persone che non hanno il cancro, risultando in falsi positivi.

Per questo motivo, secondo la Mayo Clinic, i test dei marker tumorali in genere non sono sufficienti per fare una diagnosi di cancro concreta.

"Molti hanno chiesto nel corso degli anni di disegnare di routine i marcatori tumorali, ma non è conveniente, spesso porta a falsi positivi e non è raccomandato di routine perché questi test non sono sufficientemente sensibili o specifici",Newman ha spiegato.

I ricercatori stanno attualmente lavorando per sviluppare più test in grado di rilevare efficacemente più tipi di cancro e fornire una diagnosi precoce.

"Più recentemente, molte ricerche sono state dedicate allo sviluppo di test più sensibili come le cellule tumorali circolanti in grado di rilevare il DNA delle cellule tumorali nella sua fase iniziale",disse Bilčik.

Sebbene questi test siano disponibili in commercio, devono essere ulteriormente studiati per convalidarne l'utilità nel rilevare tutti i tipi di cancro.

Secondo Newman, trovare un test sufficientemente sensibile e specifico è il Santo Graal quando si tratta di diagnosticare e curare il cancro.

La linea di fondo

Il giudice della Corte Suprema Ruth Bader Ginsburg ha recentemente subito tre settimane di radiazioni per curare il cancro al pancreas.Un'anomalia è stata rilevata per la prima volta durante le analisi del sangue di routine a luglio e una biopsia ha confermato un tumore canceroso al pancreas.Questo è il quarto attacco di Ginsburg con il cancro e il secondo con il cancro del pancreas.Gli esperti di salute sospettano che i medici stessero usando marcatori tumorali, un esame del sangue di routine, per assicurarsi che i tumori non fossero ricorrenti.

Tutte le categorie: Blog