Sitemap

Navigazione veloce

Condividi su Pinterest
Gli eventi estivi e le vacanze potrebbero avere un impatto sui casi di COVID-19 nei prossimi mesi.Klaus Vedfelt/Getty Images

Circolano preoccupazioni sul fatto che gli Stati Uniti possano essere nel mezzo di una "quinta ondata" di COVID-19 poiché l'ultima variante di Omicron provoca aumenti nei casi dai livelli relativamente bassi di diffusione della malattia visti all'inizio di questa primavera.

La media di 7 giorni dei casi di COVID-19 è salita a oltre 80.000.Due mesi fa, la media era inferiore a 30.000 al giorno.

I ricoveri sono saliti a 18.000, un aumento del 50% rispetto ai 12.000 registrati un mese fa, ma ancora ben al di sotto del livello di 130.000 visto a metà gennaio.

La media di 7 giorni per i decessi legati al COVID-19 rimane a circa 300, significativamente inferiore ai 2.700 segnalati all'inizio di febbraio.

L'estate, tuttavia, si sta avvicinando rapidamente con la maggior parte delle regioni del paese che revoca i mandati delle maschere e altre restrizioni mentre le persone preparano i loro piani di vacanza per i prossimi mesi caldi.

Cosa possiamo aspettarci in termini di COVID-19 quest'estate?

Healthline ha chiesto al dott.Monica Ghandi, professoressa di medicina presso l'Università della California di San Francisco, e il Dr.William Schaffner, specialista in malattie infettive presso la Vanderbilt University nel Tennessee, per i loro pensieri.

Healthline: cosa pensi accadrà quest'estate in termini di casi di COVID-19, ricoveri e decessi?

Gandhi: “La traiettoria della pandemia negli Stati Uniti è stata spesso settimane indietro rispetto a quella nel Regno Unito e in Europa, dove le varianti sembrano arrivare per prime, quindi possiamo guardare a quelle aree per cercare di prevedere cosa accadrà negli Stati Uniti quest'estate. I casi sono aumentati negli Stati Uniti a causa della sottovariante BA.2.12.1, ma i decessi hanno continuato a diminuire.

“I casi sono aumentati considerevolmente nel Regno Unito circa 6 settimane fa, guidati da BA2 e dalle sue sottovarianti (incluso BA.2.12.1), con cali segnalati nelle ultime due settimane. Sebbene i ricoveri per COVID-19 siano aumentati nel Regno Unito durante il BA.2 e l'aumento subvariante, i ricoveri, i ricoveri in terapia intensiva e i decessi sono rimasti relativamente bassi rispetto ai precedenti picchi di casi, ritenuti il ​​risultato dell'elevata immunità della popolazione nella regione.

“Con gli Stati Uniti a circa quattro settimane di ritardo rispetto al Regno Unito, si spera che il nostro aumento di casi inizi a diminuire alla fine del mese. Con quasi il 60% degli adulti negli Stati Uniti e il 75% dei bambini che sono stati esposti al virus secondo lo studio di sieroprevalenza dell'aCDC il 26 aprile 2022 [e] con 82 della nostra popolazione di età superiore ai 5 anni che hanno ricevuto almeno una dose del vaccino; e con una traiettoria che probabilmente seguirà quella del Regno Unito, penso che i casi di COVID-19, i ricoveri e i decessi questa estate rimarranno, si spera, bassi”.

Schaffner: “La variante più recente di Omicron, BA2.12.1, è ancora più contagiosa del suo genitore, quindi continuerà a diffondersi ampiamente, diventando presto la variante dominante negli Stati Uniti.

“Omicron e le sue varianti hanno la capacità di infettare anche coloro che hanno uno stato vaccinale aggiornato e coloro che in precedenza erano stati infettati da uno dei virus COVID. Questo, insieme all'allentamento del distanziamento sociale e all'uso della mascherina, contribuisce alla rapida trasmissione del virus nella nostra popolazione. Fortunatamente, la maggior parte dei casi risultanti sono lievi e non richiedono il ricovero in ospedale.

“Come conseguenza di questa contagiosità, i casi continueranno a verificarsi per tutta l'estate. La maggior parte sarà lieve, ma potrebbero esserci aumenti locali dei ricoveri poiché questo virus contagioso trova coloro che non sono vaccinati o parzialmente vaccinati”.

Healthline: quali saranno i fattori principali nel determinare in che modo ci sarà un'ondata significativa di COVID-19 quest'estate?

Gandhi: “Il fattore più significativo associato ai casi di COVID e ai ricoveri nelle contee degli Stati Uniti durante l'impennata del Delta è stata la copertura vaccinale. Durante l'ondata di Omicron BA.1 durante l'inverno, anche i tassi di vaccinazione in una regione sono stati fortemente associati ai ricoveri COVID, sebbene i ricoveri accidentali COVID (tamponi positivi a un test ma ricoverati per un'altra indicazione non COVID) comprendessero oltre il 50% del ricoveri in regioni altamente vaccinate.

“Ogni ondata di COVID-19 innesca l'immunità della mucosa nella popolazione e la trasmissione rallenta prevedibilmente, quindi il fattore principale per cui i casi aumenteranno o meno quest'estate sarà se sorge una nuova sottovariante con maggiore trasmissibilità.

“Da notare che il numero di decessi COVID-19 in tutto il mondo (e negli Stati Uniti) è al minimo da quando la registrazione dei decessi COVID-19 è iniziata nel marzo 2020, probabilmente a causa dell'aumento dell'immunità a livello globale sia dalla vaccinazione che dall'Omicron BA.1 onda.

"The Institute of Health Metrics and Evaluation di Seattle prevede che i casi negli Stati Uniti raggiungeranno il picco all'inizio di giugno e che i decessi continueranno a scendere ai livelli più bassi ancora a livello globale e negli Stati Uniti entro luglio 2022.

Schaffner: "Pensando al futuro, c'è una preoccupazione ancora più grande su ciò che potrebbe accadere questo autunno/inverno quando si svolgono più attività all'interno e quando l'immunità dalla vaccinazione inizia a diminuire, offrendo maggiori opportunità alle varianti altamente contagiose di diffondersi ancora più prontamente e produrre patologia."

Healthline: sei preoccupato per la "stanchezza da COVID-19" e per come le persone sembrano essere meno preoccupate per un aumento dei casi?

Schaffner: "Sono molto preoccupato sia per la "stanchezza da COVID" che per la "stanchezza da vaccino".

"I vaccini continueranno a essere fondamentali per mitigare l'impatto personale, sanitario e comunitario di COVID mentre passiamo a una fase endemica. In effetti, come è probabile, questo autunno sarà raccomandato un altro ciclo di vaccinazione con un vaccino COVID aggiornato (insieme a la consueta raccomandazione annuale per il vaccino antinfluenzale). Richiederà uno sforzo sostanziale per stimolare l'affluenza alle urne in quel momento.

"Si consideri che, al momento della stesura di questo documento, solo circa la metà della popolazione idonea ha approfittato della terza dose di vaccino. Quella dose è necessaria per garantire la protezione contro malattie gravi ed è ampiamente e facilmente disponibile ed è gratuita".

Gandhi: "Penso che le persone stiano giustamente rispondendo ai tassi più bassi di decessi per COVID-19 in tutto il mondo e negli Stati Uniti dall'inizio della pandemia a causa dell'aumento dell'immunità nella popolazione. La popolazione degli Stati Uniti ha fatto numerosi sacrifici in passato due anni e ha riconosciuto che il COVID-19 non è sradicabile dalle sue caratteristiche virali.

“Abbiamo gli strumenti per combattere il COVID-19, principalmente vaccini e terapie, portandoci dalla fase pandemica a quella endemica.

“Pertanto, non chiamo questo affaticamento da COVID-19 ma un riconoscimento che gli Stati Uniti hanno gli strumenti per controllare il COVID-19 in termini di malattie gravi con i nostri vaccini, antivirali orali, profilassi pre-esposizione con anticorpi monoclonali (Evusheld) per grave popolazioni immunocompromesse e sorveglianza”.

Tutte le categorie: Blog