Sitemap
Condividi su Pinterest
Un nuovo programma pilota ha permesso alle persone che normalmente sarebbero ricoverate in ospedale di rimanere a casa.Getty Images
  • Un nuovo studio ha scoperto che il modello dell'ospedale domiciliare può potenzialmente migliorare l'assistenza riducendo i costi.
  • Il costo delle cure è stato inferiore di quasi il 40 per cento.
  • I partecipanti allo studio che hanno ricevuto cure ospedaliere nelle loro case hanno avuto un tasso di riammissione in ospedale inferiore del 70%.

Le persone fanno il check-in in ospedale aspettandosi di stare meglio, ma ci sono dei rischi e alcuni finiscono persino per ammalarsi.

Puoi affrontare il pericolo di complicazioni, come sanguinamento o infezione.Ci sono anche i continui controlli da parte di infermieri o medici che possono disturbare il sonno.

E niente di tutto ciò include il costo.

Inoltre, quando sono in ospedale, le persone sono bloccate nei loro letti d'ospedale e molti subiscono impatti negativi sulla salute da questa inattività fisica.

Tuttavia, uno studio pilota condotto da ricercatori del Brigham and Women's Hospital di Boston rileva che il modello dell'ospedale domiciliare può potenzialmente migliorare l'assistenza riducendo i costi.I risultati sono stati pubblicati inAnnali di Medicina Internaoggi.

“Hospital at Home (HaH), come dice il nome, si prende cura dei pazienti ammissibili all'ospedale a casa. I modelli variano, ma generalmente i pazienti visitati al pronto soccorso che richiedono cure a livello ospedaliero hanno l'opzione della terapia intensiva a casa", ha affermato Thomas Cornwell, MD, fondatore di Northwestern Medicine HomeCare Physicians e amministratore delegato dell'Home Centered Care Institute ( HCCI).

Primo studio nel suo genere

"Ad oggi, non c'è stato ancora uno studio randomizzato controllato sull'assistenza domiciliare eseguita negli Stati Uniti a parte il nostro piccolo pilota",David Levine, MD, MPH, MA, l'autore corrispondente dello studio, ha detto a Healthline.

I risultati del dott.Lo studio randomizzato controllato (RCT) di Levine e del team può rafforzare la tesi per l'assistenza domiciliare ospedaliera, dimostrando che riduce i costi e le riammissioni aumentando l'attività fisica rispetto alle normali cure ospedaliere.

"Volevamo dimostrare con un livello di evidenza molto elevato che l'assistenza domiciliare ospedaliera potrebbe essere fornita agli adulti con malattie acute con costi inferiori, migliore attività fisica, alta qualità e sicurezza ed eccellente esperienza del paziente", ha affermato il dott.Levino.

"Inoltre, riteniamo che questo dia a tutti gli americani le informazioni di cui hanno bisogno per scegliere l'assistenza per se stessi e per i loro cari in caso di necessità di ricovero in ospedale", ha affermato.

Il costo delle cure è stato inferiore di quasi il 40%.

Levine e il team hanno arruolato 91 pazienti adulti nello studio.

Ogni partecipante era stato ricoverato tramite il pronto soccorso del Brigham and Women's Hospital o del Brigham and Women's Faulkner Hospital con condizioni acute che includevano infezioni, peggioramento dell'insufficienza cardiaca, peggioramento della broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e asma, che viveva entro 5 miglia dal Ospedale.

Sono stati randomizzati per rimanere in ospedale per cure standard o per ricevere cure a casa, comprese visite infermieristiche e mediche, farmaci per via endovenosa (IV), monitoraggio remoto, comunicazione video e test point-of-care.

I ricercatori hanno misurato il costo diretto totale delle cure, inclusi i costi per il lavoro, le forniture, i test e i farmaci non medici.

I risultati indicano che i pazienti che ricevevano assistenza domiciliare avevano costi totali inferiori di quasi il 40% rispetto ai pazienti trattati in modo convenzionale.

“Questo studio mostra risultati migliori a un costo inferiore oltre a un migliore utilizzo delle risorse. Questo è un lavoro promettente e sempre più attenzione viene prestata alle cure ospedaliere a casa", ha affermato Melissa O'Connor, PhD, MBA, RN, FGSA e direttrice, Geriatric Interest Group, Villanova University, M.Louise Fitzpatrick College of Nursing.

"Tuttavia, è necessario ulteriore lavoro per determinare il tipo di paziente per cui funziona meglio in relazione alla gravità della malattia", ha affermato. “Hanno bisogno di una badante? Devono essere cognitivamente intatti? Che tipo di ambiente domestico è richiesto?”

Tasso di riammissione inferiore del 70%.

Secondo lo studio, quelli a casa avevano meno ordini di laboratorio, meno imaging (come raggi X e risonanza magnetica) e avevano meno consultazioni.

Levine e il team hanno anche scoperto che i pazienti ospedalieri a domicilio erano meno sedentari e avevano persino tassi di riammissione inferiori entro 30 giorni rispetto ai pazienti ricoverati in ospedale.

"Sappiamo anche che i pazienti si muovono di più durante un ricovero domiciliare, cosa che riteniamo faccia molto verso la guarigione", ha affermato il dott.Levino.

Lo studio è stato effettivamente interrotto all'inizio a causa della forza di questi risultati.

"Non abbiamo costruito il nostro studio ospedaliero domiciliare come un programma di riduzione della riammissione, ma uno dei risultati più sorprendenti è stato l'impatto dell'assistenza ospedaliera domiciliare in 30 giorni di riammissione", ha affermato Levine. "Il 7% dei pazienti ospedalieri domiciliari, rispetto al 23% dei pazienti ospedalieri tradizionali, è stato riammesso a 30 giorni, una riduzione di quasi il 70%!"

L'assistenza domiciliare è un'esperienza su misura, ma chi paga?

"Ricevere le cure a casa rende un'esperienza davvero su misura", ha sottolineato il dott.Levino. "Le risposte a domande come "quali medicinali stai prendendo" o "per cosa hai bisogno di aiuto durante una giornata tipo" e "cosa c'è nella tua cucina" sono facilmente discusse solo quando sei a casa e hanno una salute e una guarigione profonde effetti”.

Ma il dott.Cornwell ha osservato che Medicare e Medicaid non copriranno adeguatamente i costi dell'ospedale a casa.

“Non esiste un pagamento separato per il servizio per HaH. Non ci sono codici specifici per questo. Dovresti utilizzare gli attuali codici di chiamata a domicilio che non coprono tutte le spese "Dott.ha detto Cornwell.

“Sarebbe come caricare un giorno in ospedale con un codice di visita in ufficio. In questo momento, quelli che partecipano sono sistemi che hanno contratti a rischio. Poiché sono in grado di sostenere tutte le spese mediche, beneficiano dei costi inferiori di HaH e dei migliori risultati e della soddisfazione del paziente", ha continuato.

La linea di fondo

Ci sono degli svantaggi nell'assistenza ospedaliera che possono aumentare i rischi per la salute, ma un nuovo studio clinico rileva che fornire cure ospedaliere di qualità a domicilio può ridurre questi rischi e migliorare i risultati dei pazienti.

I partecipanti allo studio che hanno ricevuto cure ospedaliere nelle loro case hanno avuto un tasso di riammissione in ospedale inferiore del 70%.

Sebbene l'assistenza domiciliare possa ridurre i costi ospedalieri e migliorare la salute dei pazienti, molti fornitori di assicurazioni sanitarie, in particolare Medicare e Medicaid, non copriranno ancora i costi dell'assistenza ospedaliera domiciliare.

Tutte le categorie: Blog