Sitemap
Condividi su Pinterest
Gli esperti affermano che l'agopuntura e la digitopressione possono ridurre la quantità di oppioidi che assumono le persone con cancro.Getty Images
  • I ricercatori affermano che l'agopuntura e la digitopressione possono aiutare ad alleviare il dolore di alcune persone malate di cancro.
  • Aggiungono che l'uso dell'agopuntura e della digitopressione può anche ridurre la necessità di prescrivere oppioidi per il dolore da cancro.
  • Notano anche che questi metodi possono rafforzare il sistema immunitario perché lavorano sulla guarigione di tutto il corpo.

L'agopuntura e la digitopressione sono metodi efficaci per alleviare il dolore associato al cancro.

Questo secondo astudiopubblicato oggi su JAMA Oncology, una rivista peer-reviewed dell'American Medical Association.

Precedenti studi sull'effetto dell'agopuntura sul dolore da cancro hanno mostrato risultati incoerenti, hanno osservato i ricercatori.

Questa nuova ricerca, proveniente da database biomedici in lingua inglese e cinese, ha esaminato studi clinici randomizzati che confrontavano l'agopuntura e la digitopressione con un "controllo fittizio", una terapia analgesica o altri metodi "soliti" per la gestione del cancro.

I ricercatori hanno riferito che l'analisi ha mostrato che l'agopuntura e/o la digitopressione erano "significativamente associate" con una riduzione del dolore e un ridotto uso di analgesici (antidolorifici), sebbene il livello di evidenza fosse moderato.

I ricercatori raccomandano di condurre studi più rigorosi per identificare gli effetti su specifici tipi di cancro e per integrare l'agopuntura e la digitopressione nelle cure cliniche per ridurre l'uso di oppioidi.

"Se l'agopuntura diventa un metodo più standard di gestione del dolore, i pazienti avranno meno bisogno di oppioidi o non richiederanno dosi così elevate",Janet Thomson, agopuntore ed erborista cinese con sede a Oakland, in California, ha detto a Healthline. "Questo non solo riduce il potenziale di dipendenza degli oppioidi, ma riduce gli effetti collaterali degli oppioidi come la stitichezza, che può essere davvero brutale per i pazienti".

Ridurre il dolore senza pillole

Nicole Glathe, agopuntore con licenza e specialista nella gestione del dolore con sede a Los Angeles, ha visto in prima persona come l'agopuntura può aiutare le persone malate di cancro.

"A mio padre è stato diagnosticato un glioblastoma al quarto stadio (cancro al cervello) nel 2017 ed è morto nel 2018", ha detto a Healthline. “Man mano che progrediva rapidamente, soffriva di mal di testa sempre più forti. I suoi medici gli hanno gettato addosso ogni antidolorifico, ma l'agopuntura è stata l'unica cosa per ridurre il suo dolore a un livello gestibile".

Glathe, che a gennaio lancerà una piattaforma di erboristeria clinicamente supportata chiamata Elix, ha affermato che lo studio può avere un effetto "massiccio" non solo su come gestire il dolore, ma anche sull'efficacia di altre forme di trattamento.

"Se un paziente non deve utilizzare farmaci antidolorifici aggiuntivi, abbiamo ridotto il potenziale di effetti collaterali o aggiunta", ha affermato. “Questo è particolarmente importante durante il trattamento del cancro perché il paziente generalmente riceve alte dosi di chemioterapia o altri farmaci aggressivi. Trovare modi per manipolare i metodi del corpo di riduzione del dolore evita di sovraccaricare il corpo. È stato anche dimostrato che l'agopuntura riduce lo stress e la nausea, che possono essere entrambi molto utili durante il trattamento del cancro".

Una storia di sollievo dal dolore

L'agopuntura e la digitopressione rimangono in gran parte al di fuori della medicina tradizionale negli Stati Uniti, nonostante siano in circolazione da migliaia di anni.

Entrambi hanno origini in Cina e in India ed entrambi sono diventati un punto fermo della medicina tradizionale cinese.

Gli agopuntori usano gli aghi mentre i praticanti della digitopressione usano la pressione diretta delle dita per manipolare le aree di dolore o aree correlate del corpo, stimolando i muscoli e aumentando il flusso sanguigno e l'ossigeno.

Si pensa che vari punti di pressione nel corpo si colleghino attraverso i "meridiani", noti anche come canali energetici.

Si ritiene che la manipolazione dell'energia in tutto il corpo promuova la guarigione e riduca il dolore attraverso il rilascio di endorfine chimiche.

I benefici del trattamento

Glathe ha detto che l'agopuntura può aumentare l'immunità e fisiologicamente fare lo stesso lavoro degli oppioidi, "attivando il sistema endogeno degli oppioidi, il che significa che l'agopuntura potrebbe effettivamente funzionare in percorsi simili agli oppioidi".

"Esistono potenziali proprietà di potenziamento immunitario dell'agopuntura, che potrebbero potenzialmente aiutare la medicina convenzionale", ha affermato.

A differenza di altri metodi per affrontare il cancro e gli effetti collaterali del trattamento, l'agopuntura e la digitopressione si occupano degli effetti sull'intero corpo umano, ha affermato Tsao-Lin Moy, MSOM, LMT, CSMA, agopuntore autorizzato e fondatore di Integrative Healing Arts in New York.

"L'agopuntura e la digitopressione sono l'ideale per il trattamento di pazienti affetti da cancro sottoposti a chemioterapia in quanto aiuta con condizioni come nausea, secchezza delle fauci, dolore post-operatorio, ansia, dolore articolare da inibitori dell'aromatasi, neuropatia periferica, affaticamento, scarso sonno e aiutano con il sistema immunitario regolamento", ha detto a Healthline. “Quello che è importante considerare è che l'agopuntura utilizza un intero modello di salute (cioè) efficace perché non cura la persona con la malattia. La medicina cinese guarda chi è e come la malattia si sta manifestando in quella persona”.

Lo studio sottolinea inoltre che eventuali effetti avversi dell'acuterapia sulle persone con cancro erano "minori" e non richiedevano una valutazione o un intervento medico.

Sostituzione degli oppioidi

Lo studio ha comportato una revisione sistemica che includeva 17 studi di controllo random che hanno coinvolto 1.111 persone con cancro e una meta-analisi che includeva 14 studi di controllo random che hanno coinvolto 920 persone con cancro.

La ricerca ha riconosciuto i propri limiti, inclusa la sostanziale diversità nei suoi soggetti, la complessità del cancro e la mancanza di fonti di base di analgesici utilizzati.

Ha anche affermato che sono necessarie ulteriori ricerche.

"Penso che il mondo occidentale sia aperto e ottimista sui nuovi metodi di trattamento, specialmente quando si tratta di trattare il dolore", ha affermato Ani Baran, agopuntore autorizzato e proprietario del NJ Acupuncture Center nel New Jersey. “La crisi degli oppioidi ha colpito allo stesso modo i ricchi e i poveri del Paese. È un ottimo equalizzatore e non conosce limiti, quindi penso che il mondo sia molto ricettivo ai nuovi approcci in medicina. Soprattutto quelli minimamente invasivi e convenienti”.

Baran ha detto a Healthline che il più grande risultato dello studio è che l'acuterapia può svolgere il lavoro di farmaci antidolorifici.

"(Quello) è al di là di ogni promessa e merita grande attenzione", ha detto. "Con l'agopuntura che ha pochi o nessun effetto collaterale ed è così minimamente invasiva, vale sempre la pena provare".

Tutte le categorie: Blog