Sitemap
Condividi su Pinterest
I ricercatori affermano che questo sensore indossabile sarà in grado di misurare i livelli di glucosio, lattato e alcol nel sangue.Foto per gentile concessione di AquilX.
  • I ricercatori stanno lavorando su un dispositivo indossabile con microaghi in grado di monitorare i livelli di glucosio, alcol e lattato.
  • Il dispositivo funziona misurando i livelli di tali sostanze nel sangue.
  • I ricercatori affermano che il dispositivo ha funzionato bene in uno studio clinico con 5 partecipanti.
  • Sono necessari ulteriori studi prima che il dispositivo venga presentato per l'approvazione normativa federale.

In futuro, ottenere una misurazione per la glicemia, i livelli di lattato o persino la quantità di alcol nel tuo sistema potrebbe essere indolore e semplice come guardare il tuo telefono.

Un gruppo di ricerca con sede in California ha pubblicato acartain Nature Biomedical Engineering presenta al debutto un prototipo di sensore da indossare sulla pelle che con l'ausilio di un'app per smartphone effettuerà queste letture per te.

Mentre il progetto è nelle sue fasi iniziali, i ricercatori dicono che sperano di creare un dispositivo commerciabile e facile da usare che renda più facili le decisioni sulla salute per il pubblico in generale e le persone con diabete in particolare.

"Voglio essere molto chiaro: questo è il più alto impegno che ho avuto per qualsiasi cosa nella mia vita", ha affermato Farshad Tehrani, Ph.D., fondatore e amministratore delegato di AquilX, una start-up focalizzata sul dispositivo.

"I nostri sogni sono grandi"Tehrani ha detto a Healthline. “Alla fine, tu ed io e tutti possiamo usare questo pezzo di hardware e avere grandi intuizioni sul movimento all'interno del corpo; ormoni e altro ancora. Lo chiamiamo il 'laboratorio sotto la pelle'".

Il documento, che ha seguito cinque persone che hanno utilizzato il prototipo per tenere traccia di glucosio, lattato e alcol, è un inizio precoce, ha osservato Tehrani.

Ma ha la speranza che la sua visione diventi quella che diventerà e migliorerà la vita.

Origine dell'idea

Tehrani era seduto nella cucina di sua madre, nel sud della California, qualche anno fa, quando era dottore di ricerca. studente all'Università della California a San Diego quando gli venne l'idea.

Sua madre, che ha il diabete di tipo 2, ha tirato fuori il glucometro per controllare la glicemia.

"Mi stava guardando con il dolore negli occhi e ha detto 'Devo farlo per tutta la vita'. In quel momento, ho deciso di rendere la missione della mia vita quella di rendere migliore la vita di questa bellissima donna.disse Tehran.

Quindi ha studiato il mercato.

All'epoca, ha scoperto che ci sono due monitor continui della glicemia attualmente sul mercato negli Stati Uniti.Entrambi, a suo avviso, hanno dispositivi di inserimento dolorosi.

Inizialmente, Tehrani ha pensato di fare il suo dottorato di ricerca. lavoro concentrato solo su quel dolore.Ma mentre ricercava, ha trovato una vocazione più alta: un dispositivo che non solo porta meno dolore, ma tiene anche traccia di informazioni più vitali.

“La motivazione fondamentale per un dottorato di ricerca. è fare qualcosa che non si è mai fatto prima", ha detto. "Quindi il multiuso, ci siamo resi conto, ha un valore."

Come funzionerebbe

Il prototipo utilizzato nello studio è un piccolo dispositivo simile a una toppa delle dimensioni di una pila di sei quarti, ha spiegato Tehrani, che viene applicato al corpo tramite microaghi, rendendolo facile e indolore.

Quei microaghi forniscono, ha affermato, i risultati di qualità dei dati che altri prototipi simili a patch non sono riusciti a fornire.

Questo perché, ha detto, i cerotti che misurano i livelli ormonali attraverso il sudore sulla pelle non hanno la stessa qualità delle letture del sangue.Utilizzando microaghi collegati all'elettronica, questo dispositivo ottiene misurazioni dal fluido interstiziale.

Nello studio, i cinque partecipanti hanno indossato il dispositivo sulle braccia e sono stati in grado di vedere la loro glicemia e i livelli di alcol o lattato nel liquido interstiziale (ma non tutti e tre contemporaneamente).

Tehrani e il suo team ritengono di poter utilizzare la ricerca per sviluppare uno strumento che aiuti molte persone.

Tehrani ha affermato di vedere il primo mercato come persone come sua madre non solo per alleviare il dolore, ma anche per fornire loro più informazioni con cui lavorare nella gestione del diabete.

Potrebbe anche, ha detto, aiutare con cose come la riabilitazione dall'alcol.

"Abbiamo intervistato centinaia di centri di riabilitazione e sono molto interessati all'idea di poter supportare e gestire (clienti) da remoto", ha affermato.

"Questo è il tipo di sogni di cui sto parlando", ha detto.

Reazione anticipata

Becca Krukowski, Ph.D., è professore presso il Dipartimento di Scienze della salute pubblica presso la University of Virginia School of Medicine.È anche un'esperta di accesso alla salute e di politiche pubbliche al riguardo.

Krukowski osserva che il prototipo è nelle sue fasi iniziali.

"È importante notare che questo articolo descrive il test di questo dispositivo con solo 5 partecipanti, quindi sarà importante vedere come si comporta il dispositivo in campioni più grandi e diversificati e in ambienti meno controllati", ha detto a Healthline.

Tuttavia, Krukowski trova l'idea interessante.

“Essendo cresciuto con un familiare con diabete di tipo 1, posso sicuramente vedere il fascino di questo tipo di dispositivo, soprattutto per periodi come le vacanze o i cambiamenti della vita come l'andare al college, dove può essere particolarmente difficile mantenere il solito equilibrio ," lei disse.

Anche per il grande pubblico vede delle possibilità.

"Sebbene i dispositivi di rilevamento delle attività siano abbastanza ampiamente disponibili, non ci sono ottimi modi per monitorare continuamente ciò che mangiamo o beviamo, quindi posso vedere il fascino di un dispositivo come questo nell'acquisire conoscenza dei nostri comportamenti di salute", ha affermato.

Potrebbe anche essere un vantaggio per i ricercatori.

"Un dispositivo come questo potrebbe anche essere utile per la ricerca relativa alla nutrizione perché spesso dobbiamo fare affidamento sull'autovalutazione a questo punto, il che non è l'ideale perché tenere traccia di tutto ciò che mangi e bevi richiede uno sforzo significativo",disse Krukowski.

Ma avverte che l'adozione di un tale dispositivo potrebbe richiedere tempo e istruzione.

"Esistono già dispositivi ampiamente accessibili come i tracker di attività e, sfortunatamente, non li ho visti ben integrati nell'assistenza clinica", ha affermato.

Inoltre spesso tendono a perdere slancio dopo l'eccitazione iniziale, ha aggiunto.

"Quando la novità svanisce per i tracker di attività, spesso finiscono nel retro di un cassetto del comò",disse Krukowski.

Per questo motivo, afferma, il successo può significare un'adozione entusiasta non solo da parte dell'utente ma anche dal suo medico.

"L'impegno a lungo termine con i dispositivi di monitoraggio per molte persone richiede spesso una sorta di feedback personalizzato o responsabilità per mantenere la motivazione",ha spiegato Krukowski.

Qual è il prossimo

Tehrani ha lanciato AquilX con il collega autore dello studio Hazhir Teymourian.

Sotto la loro azienda, hanno in programma di scavare per capire con quale frequenza è necessario sostituire il cerotto con microneedle e quanti risultati possono monitorare utilizzandolo.

Tehrani sogna un giorno di poter monitorare i livelli di insulina nel corpo, qualcosa che ha un impatto sulle persone con diabete che non hanno un modo reale per monitorare in tempo reale.

Dice che non possono ancora fornire dettagli su una tempistica per il mercato, su come potrebbero andare le approvazioni delle autorità di regolamentazione, sui costi o sull'accessibilità.

Il suo team ha in programma presto altri studi e documenti.Nota che il suo sogno è reale e ha attirato il sostegno.

"C'è così tanta eccitazione intorno a questo", ha detto. “Abbiamo potenti uomini d'affari e scientifici (coinvolti). Abbiamo creato una squadra entusiasta".

Una persona, in particolare, è entusiasta.

"Mia madre. Oh mio Dio, lei piange e basta,disse Tehran. “È così orgogliosa – e piena di speranza”.

Tutte le categorie: Blog